Gli stili di birra Belga

0
70
Stili di birra Belga
Hosting wordpress a 1€ Hualma

La birra in Belgio viene considerata alla stessa maniera della pizza o della pasta in Italia. E’ un prodotto tipico che contrassegna la cultura della nazione. Le birre artigianali vantano una tradizione secolare che ha reso il Belgio il paese della birra, tanto da dover sviluppare tecniche e pertinenze precise considerando che per ottenere un prodotto finito ottimale ha importanza la scelta dei cereali, dei lieviti e perfino dell’acqua. Grazie a tutto ciò si è sviluppata una grande quantità di stili di birra belga, per cui ogni tipo appartiene ad una provincia o ad una zona geografica del Belgio.

I vari stili di birra Belga

Belgian Strong Ale: Tripel, Strong Dark e Dubbel

La definizione “stile belga” si riferisce ad un gruppo eterogeneo di birre con caratteristiche che le differenziano per molteplici requisiti. Troviamo le Blond Ale leggere e dissetanti, Dark Ale calde e avvolgenti, le triple imponenti. Le principali linee guida separano le categorie in due stili principali: Belgian Ale e Belgian Strong Ale differenti per densità e grado alcoolico. Le seconde hanno un gusto più caldo e avvolgente adatto alle fredde serate invernali

Tripel

Simile alla Belgian Strong Ale, possiede un profilo aromatico più complesso con aromi speziati che richiamano l’aroma del chiodo di garofano mischiati con un retrogusto di frutta e agrumi. I gradi alcoolici sono alti e il malto Pils utilizzato è in grande quantità.

Strong Dark

Sono birre scure di notevole grado alcoolico: 9-10 gradi. Il colore è giallo senapato con schiuma densa e persistente. Il sapore unisce un gradevole aroma torrefatto di cioccolato e caffè al gusto del malto. Per puntare ad elevati tenori alcoolici si usano zuccheri particolari che aumentano anche la complessità della birra. Il luppolo deve essere ben bilanciato per equilibrare l’intensità del malto.

Dubbel

Il grado alcoolico si avvicina a 7 gradi. L’aroma è speziato con un retrogusto caramellato. Tale sapore è definito dall’uso tra gli ingredienti di maltii Pils e malti Cara. Il colore è ramato scuro per l’uso abbondante di zucchero candito scuro che ne aumenta anche il grado.

Belgian Pale Ale

Grazie ai rapporti commerciali con il Regno Unito e alle vicende belliche della prima e seconda guerra mondiale, gli scambi con la tradizione belga portarono a integrare nei protocolli di brassaggio alcune varietà di luppolo e alcuni ceppi di lievito utilizzati in Gran Bretagna. Le Belgian Pale Ale oggi si presentano con un grado poco alcoolico. Sono caratterizzate dal gusto del malto tostato abbinato ad un retrogusto che riporta il sapore di nocciola caramello miele e cioccolato. Si aggiunge un velo di sapore fruttato che ricorda la mela e la pera, e di spezie come i chiodi di garofano e la noce moscata. Il bilanciamento di questi sapori e ciò che dona un sapore ottimale e facile da bere. Il colore è tra l’ambrato e il bruno.

Belgian Blond Ale

Sorella come tipologia delle Belgian Pale, ne risulta parente stretta anche per quanto riguarda la collocazione anagrafica. Il grado alcoolico e’ leggermente ridotto in confronto alle suddette sorelle, mentre aumenta leggermente la sensazione dolciastra e morbida nel retrogusto. Il colore e’ un biondo paglierino. L’aroma è improntato alle prerogative del malto: gusto rotondo in partenza, per farsi progressivamente secco e leggermente amaricante.

Saison

Legate a produzioni agricole stagionali, il nome di questo stile di birre fa riferimento ad una famiglia di birre bressate in primavera e in inverno. Prodotte nelle fattorie belghe di confine francese, venivano offerte ai braccianti come parte della paga. il colore varia tra paglierino chiaro ed ambrato. Il gusto è secco e rinfrescante con note di agrumi e frutta e una sfumatura di pepe nero.

Wit Blanche

Uno degli stili belgi di maggior successo. Color oro opalescente, sono rinfrescanti col loro gusto leggermente acidulo che smorza la dolcezza iniziale.

La “famiglia” delle Lambic e Gueuze

Sono birre a fermentazione spontanea del Pajottenland (regione del Brabante fiammingo) in cui la fermentazione del Lambic avviene spontaneamente. Il mosto viene lasciato a contatto con l’aria e fermentano grazie a miscele di lieviti selvatici e microorganismi presenti nell’ambiente.Ognuno di questi microorganismi presenta qualità aromatiche che comprendono molte nuance di acidità.
Le sensazioni olfattive sono quelle che ricordano i fiori, gli agrumi freschi e lo yogurth. La gradazione alcoolica è medio-bassa.
La Gueuze è un insieme di Lambic di varie annate tagliate e invecchiate. Caratterizzate da maggior frizzantezza comprendono la Faro ottenuta miscelando Lambic e zucchero candito, Kriek e Fromboise. Queste due ultime sono Lambic con aggiunta di frutta fresca: ciliegie nella Kriek e lamponi nella Framboise. La gradazione alcoolica è tra i 5 e gli 8 gradi.

Hosting wordpress a 1€ Hualma